Benvenuti nel nostro teatro.

Uno spettacolo che inizia con la famiglia, la tradizione, i valori dell’eccellenza.
L’opera corale di un’azienda che negli anni ha saputo privilegiare il rapporto diretto con le persone, in un’armoniosa danza con i propri dipendenti e con voi che ogni giorno portate il nostro olio sulla vostra tavola.
Festeggiamo con orgoglio ed emozione l’anniversario dei
120anni di attività.
Vi tendiamo la mano per salire sul palco con noi.
A prender parte in prima persona al nostro spettacolo.
Potrete aprire il sipario pur rimanendo nel vostro e nostro
posto preferito.
Dove da sempre sono contenuti amore e tradizione:
Olio Rocchi è direttamente acquistabile da
casa vostra.

“Chi vuoi diventare da grande?”

Da bambini abbiamo risposto cento volte a questa domanda.

«Una ballerina».

Susanna lo ha saputo durante una recita scolastica, una di quelle dove ad assistere sono solo i genitori e per la vergogna non si guarda mai la platea.
Entra in scena, volteggia leggera e graziosa.
Si ferma, s’inchina.
E allora succede qualcosa.

Un applauso.

Solitario e inconfondibile.
È minuta e così timida, che non riesce neanche a individuare chi stia applaudendo.
Ma bastano pochi colpi per scatenere la platea intera e riempirla d’emozione.

Le sensazioni più indimenticabili che abbiamo provato,
anche solo per un attimo, sono quelle che cerchiamo di ritrovare tutta la vita.
Come il sapore di quel filo d’olio sul pane abbrustolito delle nostre merende da bambini.

Allenamenti duri, stancanti, dolorosi.
Susanna ha talento, perseveranza, dedizione.
Ha il supporto della famiglia, ma la strada è lunga.
Intorno a lei danzano ballerine meno brave ma disposte a tutto pur di arrivare.
Susanna fa una promessa.
Quella di non tradire mai i valori
che le ha trasmesso la sua famiglia.

Lealtà. Coraggio. Purezza.
Eccellenza. Qualità. Rispetto.

Il suo percorso le ha permesso di guadagnarsi i palchi più conosciuti di tutta Italia e sta per entrare sulla scena della performance più attesa dell’anno.
Comincia una nuova danza, di chi si è sudato il mestiere e conserva come uno scrigno i segreti più preziosi.
Ogni gesto è illuminato di armonia: passo dopo passo porta il pubblico via con sé nel suo mondo di eccellenza e valori.

Silenzio assoluto.

Lo spettacolo lascia tutti senza parole.
Nessuno si muove, nessuno fiata. 
Poi un suono.
Il battito di due mani inconfondibili.
Le stesse mani di quella recita di tanti anni fa.
Adesso che è cresciuta, tra le file interminabili di sedili finalmente individua l’origine dell’applauso:
sono le mani di
suo padre.
Menu